Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

#SCIM2023 PLAZA CULINARIA FREIBURG

Plaza Culinaria

In questa VIII edizione della Settimana della cucina italiana nel mondo #scim2023, il Consolato d’Italia a Friburgo ha voluto presentare i prodotti italiani agli amici italiani, tedeschi e di altre nazionalità alla Plaza Culinaria, in uno spirito di fervente collaborazione italo-tedesca. Grande successo di pubblico, che si é trasformato da “spettatore” ad “assaggiatore” e ha ampiamente apprezzato i prodotti italiani autentici e la cucina degli chef ospiti!

Venerdì 10 novembre tre aziende italiane hanno presentato i loro prodotti genuini.
A Cuor di Nocciola delle Langhe, della famiglia Robaldo, da 4 generazioni sono coltivatori di nocciole a Cravanzana, in Alta Langa (Piemonte). Hanno grandi noccioleti e dai frutti del raccolto, rigorosamente BIO, producono pasta, creme spalmabili e nocciole tostate, prodotti 100% biologici che hanno presentato durante la Fiera.
La Qualità Autentica è un’azienda localizzata in Germania che vende prodotti provenienti dalla Sicilia, hanno presentato le loro olive verdi provenienti da Misterbianco (CT), schiacciate con pietra lavica e conservate in acqua e sale; il pomodoro secco di Pachino (RG) essiccato al sole di Sicilia e alici e acciughe di Sciacca dalla (AG).
Terza a presentare i suoi prodotti è stata l’Azienda abruzzese Terra Nobile di Atessa, che ha permesso alla biodiversità di riabilitare la terra e alla microfauna di essere alleata preziosa e garante di salubrità nei campi. Offre il sapore vero di un sistema rurale locale e sostenibile nella sua pasta. Antonio De Luca, figlio della Titolare Orietta Menna ha spiegato la loro coltivazione specializzata in Antichi Grani (tipo Solina, Senatore Cappelli, Frassinese). Nel frattempo Matteo Sartori di Zylinder Wein- und Feinkost ha preparato un Primo Piatto a base di Pasta (Calamarata di Grano Senatore Cappelli) con burro e tartufo. Gli spettatori hanno potuto degustare ed apprezzare il piatto, che riportava ai sapori autentici delle nostre terre.

Sabato 11 novembre l’Agrichef Gabriele Corti dalla Cascina Caremma, in collaborazione con l’Associazione Turismo Verde promossa da CIA-Agricoltori italiani, ha saputo valorizzare la cucina italiana connessa alle tradizioni agricole locali, presentando un risotto con zucca e amaretto, cucinato “come gli ha insegnato sua nonna”. L’azienda agrituristica Cascina Caremma, di cui lo Chef è il fondatore, è interamente biologica da ormai 34 anni e nella stessa viene coltivato il riso Arborio BIO, dal sapore assolutamente unico, utilizzato proprio durante lo showcooking. Gli spettatori, nonché assaggiatori, sono rimasti estremamente soddisfatti da questa lezione culinaria!